Parigi non si fida dell’Italia: migranti controllati ai confini

Schiaffo di Hollande a Renzi. Parigi ha già dato disposizione per ristabilire i controlli alla frontiera francese con l’Italia
img1024-700_dettaglio2_Lampedusa-immigrati-morti

La Francia non si fida dell’Italia. Nel gran caos che sta diventando l’Unione europea invasa da centinaia di migliaia di immigrati, il ministro dell’Interno francese Bernard Cazeneuve torna a chiudere le frontiiere con l’Italia in barba al trattato di Schengen.

“Sono già state disposizioni per ristabilire nuovamente i controlli alla frontiera francese con l’Italia – fa sapere – se si ripeterà una situazione identica a quella di alcune settimane fa”.

Se necessario, l’Eliseo potrebbe seguire l’esempio dell governo tedesco nel sospendere le regole di Schengen sulla libera circolazione. Il mese scorso aveva già fatto istituire posti di blocco al valico di confine di Ventimiglia. Parlando al fianco del collega tedesco Thomas de Maiziere, Cazeneuve ha legittimato la Germania a “ristabilire i controlli alle frontiere per assicurarsi il rispetto delle regole che ci uniscono” in Europa, a cominciare dal Codice delle frontiere di Schengen, e ha esteso lo stesso diritto alla Francia. Che ora tornerà a presidiare i confini con l’Italia. Il ministro dell’Interno ha, poi, chiesto maggiori controlli alle frontiere esterne dell’Unione europea e ha esortato Bruxelles a fornire più aiuti ai Paesi, come la Turchia, che già danno rifugio a milioni di siriani.

14 settembre 2015

One thought on “Parigi non si fida dell’Italia: migranti controllati ai confini

Comments are closed.