Sconto agli immigrati per andare allo stadio

Una società calcistica toscana annuncia sconti del 30% per attirare nuovi spettatori alle partite. Con un occhio di riguardo per i tifosi stranieri

immigrati sbarchi2

Stufi di vedere gli immigrati seduti in piazza senza nulla da fare? Invitiamoli allo stadio, a prezzi ribassati.

Questa è la singolare idea avanzata da una società calcistica di Lega Pro, il Pontedera.

Il club toscano infatti, attraverso il suo presidente Gianfranco Donnini, ha avanzato l’idea di “portare più persone allo stadio”, con un occhio di riguardo per gli stranieri. “Vedendo quanti sono diventati – rivela Donnini, industriale nel settore della carpenteria metallica e meccanica con un’azienda alle porte di Pontedera – mi sono detto: perché invece di starsene tutta la domenica seduti su una panchina non vengono allo stadio a tifare per noi? E così ho pensato di agevolarne l’inserimento, immaginandoli in situazione economica non florida, con un abbonamento a prezzo ribassato”.

“L’intenzione – prosegue parlando alla Nazione – è di scontare l’abbonamento di 40-50 euro (il costo normale sarebbe di 120 euro, ndr), anche perché una partita in casa è già stata giocata.” A Pontedera, su trentamila abitanti ben 4500 sono di origine straniera: in prevalenza senegalesi, albanesi e marocchini, da oggi tutti tifosi della formazione locale. Con la benedizione del comune, che plaude all’iniziativa bollandola come “positiva e utile all’integrazione.”

18 settembre 2015

fonte IlGiornale