Papa a Cuba: “Riconciliazione con gli Usa esempio per tutti”

Il Santo Padre oggi celebrerà la Messa in plaza de la revolucion, nota per il celebre ritratto murale di Che Guevara. Dubbi per l’incontro con Fidel

Nella seconda giornata della sua visita a Cuba, tappa iniziale del viaggio che lo porterà anche negli Stati Uniti, papa Francesco celebrerà alle 9.00 locali (le 15.00 in Italia) la messa nella Plaza de la Revolucion dell’Avana, nota per il celebre ritratto murale di Che Guevara, dove celebrarono anche papa Wojtyla nel 1998 e papa Ratzinger nel 2012.

Al termine, come consuetudine, l’Angelus domenicale.

Nel pomeriggio, alle 16.00 (le 23.00 in Italia), la visita di cortesia al presidente Raul Castro nel Palazzo presidenziale, con il colloquio privato tra i due e quello bilaterale tra la delegazione vaticana con il cardinale segretario di Stato Pietro Parolin e i rappresentanti del governo. Il programma della giornata prevede poi la celebrazione dei Vespri con il clero locale nella cattedrale dell’Avana, alle 17.15 (il Italia sarà già lunedì) e il saluto ai giovani nel Centro culturale padre Felix Varela alle 18.30.

Sempre oggi, anche se non è confermato ufficialmente, dovrebbe aver luogo un incontro di papa Francesco con l’anziano leader della rivoluzione cubana, Fidel Castro.

Non appena è arrivato a Cuba, il Santo Padre ha affermato: “La normalizzazione dei rapporti tra gli Stati Uniti e Cuba deve essere esempio di riconciliazione per il mondo intero in questa terza guerra mondiale a pezzi che stiamo vivendo“. Come sua abitudine Papa Francesco unisce pastorale e diplomazia, proponendosi come interlocutore per risolvere i grandi problemi politici mondiali.

 

20 settembre 2015

IlGiornale

ER