Isis: Francia, al via raid aerei in Siria. Renzi: “Evitare una Libia bis”

Immagine

L’Eliseo ha annunciato di aver condotto i primi attacchi aerei in Siria contro lo stato islamico, in coordinamento con la coalizione internazionale. Lo rende noto Le Monde.

“La Francia – si legge nel comunicato della presidenza – ha colpito in Siria. Lo abbiamo fatto sulla base di informazioni raccolte nelle ultime operazioni aeree condotte da oltre due settimane, nel rispetto della nostra autonomia d’azione, in coordinamento con i nostri partner della coalizione”. Parigi “conferma il risoluto impegno” a combattere contro “la minaccia terroristica rappresentata da Daesh” annunciando di voler “colpire ogni volta che la nostra sicurezza nazionale sarà in gioco”

Hollande, in Siria distrutto campo d’addestramento – Il presidente Francois Hollande, parlando con i giornalisti al Palazzo di Vetro, ha spiegato che sei jet francesi hanno attaccato e distrutto un campo di addestramento nella Siria orientale perché rappresentava una minaccia per la “sicurezza nazionale”. Nell’azione non sono stati colpiti civili.

Renzi, raid francesi? Evitare una Libia bis – “Bisogna evitare che si ripeta una Libia bis”. Lo ha detto il premier Matteo Renzi da New York. “La posizione italiana è sempre la stessa – ha aggiunto – non facciamo blitz e strike” ma collaboriamo con la coalizione internazionale.
Fonte Ansa

Roma, 28 settembre 2015