Chiesto nuovo giudizio per D’Alessio

gigi-dalessio-ora-defaultIl giudice per l’udienza preliminare Flavia Costantini deciderà il 5 novembre se rinviare a giudizio, come chiede la procura della Repubblica romana,il cantante Gigi D’Alessio. I reati contestati all’artista sono rapina e lesioni. Assieme con lui che è difeso dall’avvocato Francesco Compagna è imputato anche un suo collaboratore, Antonio De Maria.

All’origine del procedimento che potrebbe portare Gigi D’Alessio alla sbarra c’è la lite che l’11 gennaio del 2007 D’Alessio ebbe con alcuni fotoreporter che, dalla via Braccianese, fotografavano la sua villa dell’Olgiata. Ieri mattina il pubblico ministero Pietro Pollidori,, davanti al gup, ha rinnovato la richiesta della Procura romana. I reati sono gravi e si basano sul fatto che ai fotografi durante la lite il cantante tolse le macchine e i rullini. Per questi fatti D’Alessio è già stato condannato a 9 mesi di reclusione per esercizio abusivo delle proprie ragioni. Nel giudizio d’appello, tuttavia, i giudici anziché pronunciarsi hanno deciso di rimandare agli atti della procura della Repubblica perché riformulasse l’imputazione. Da qui la nuova richiesta, che annulla la condanna a nove mesi e chiede un nuovo rinvio a giudizio.

2 ottobre 2015

IlTempo

ER