“Sta nascondendo qualcosa”. Sotto torchio il papà di Yara. Ecco cosa è stato scoperto

yara
Fulvio Gambirasio, padre della piccola Yara, dovrà giustificare il Aula il perché della telefonata fatta alla figlia 4 giorni dopo la sparizione. Gli inquirenti stanno cercando di dare una spiegazione plausibile all’uso del plurale fatto dal signor Fulvio: “Sono passati quattro giorni… Eh… Devo cominciare a preoccuparmi? Fatti sentire. Fatevi sentire”.

FATEVI SENTIRE
Erano le 9.16 del 30 novembre 2010 quando questo messaggio vocale è stato lasciato nella segreteria telefonica dell’allora 13enne. Un appello strano che, dicono gli inquirenti, lascia capire che l’uomo aveva idea che la figlia si fosse allontanata in compagnia.

Il padre, mamma Maura e la sorella di Yara, Keba, hanno sempre affermato di non avere alcun tipo di sospetto sull’allontanamento della ragazza in quanto era tranquilla, lontana anche dal mondo dei primi innamoramenti.

I DUBBI
A questo punto gli inquirenti si domandano come sia possibile rivolgere un appello plurale se si è convinti che la propria figlia non è capace di allontanarsi con qualcuno. Forse i Gambriasio stanno nascondendo qualcosa? Di certo saranno interrogati in Aula proprio in merito all’ambiguo messaggio.

2 ottobre 2015

fonte retenews24