Tossiva e aveva continui e forti dolori al petto: in ospedale i medici fanno una scoperta choc

La lastra del paziente

Due giorni di tosse, due giorni con problemi di deglutizione, accompagnati da una sensazione di oppressione al petto. Per questo motivo un uomo indiano di 55 anni è andato in ospedale, spiegando ai medici che sin da bambino soffre di crisi epilettiche frequenti, e che solo quale giorno prima aveva avuto una crisi durante il sonno.

Una volta sveglio, come riportato dal Daily Mail ha trovato un pezzo della sua dentiera sul pavimento, ma nonostante avesse passato il tempo a cercarla, non riusciva a trovare la parte mancante. Dopo cinque giorni l’uomo racconta di aver iniziato ad avere serie difficoltà a deglutire, iniziando a sviluppare una forte tosse. Dopo diverse radiografie, l’inquietante scoperta: l’uomo aveva ingoiato un pezzo di protesi dentaria che si era incastrata nell’esofago. Inizialmente i medici hanno cercato di rimuoverla utilizzando un endoscopio, aiutandosi con un paio di pinze, ma ogni volta che provavano ad afferrare i denti finti, questi scivolavano via.

Dopo alcune manovre, i medici sono riusciti ad estrarre la protesi e l’uomo non ha riportato gravi conseguenze. Discutendo del caso, il personale medico ha spiegato che accade spesso che le persone ingoino parti di protesi dentarie, e che risulta molto difficile rimuoverle per via dei ganci in metallo attaccati alla dentiera che possono incastrarsi nell’esofago. Spesso, hanno spiegato, i pazienti non si accorgono di avere ingoiato denti o parti delle proprie protesi, soprattutto se ciò avviene mentre mangiano o bevono, o ancora, durante il sonno.

5 ottobre 2015

IlGazzettino

ER