ALLARME ACQUA DEL RUBINETTO A RISCHIO CANCRO IN 100 COMUNI ITALIANI. Ecco l’elenco completo

risparmiare-acqua-casa-regole1 rubinetto
Lanciato l’allarme, eccolo concretizzarsi in numeri e nomi: parliamo delle alte concentrazioni di Arsenico ritrovate nell’acqua potabile di moltissimi Comuni italiani dove ora, solo dopo l’intervento della Comunità Europea, sarà vietato berla e usarla per cucinare. Per una informazione completa, abbiamo estrapolato un elenco di tutti i Comuni Italiani coinvolti nel problema dell’acqua con alte concentrazioni di Arsenico (per legge la concentrazione dovrebbe essere inferiore ai 10 microgrammi). Per conoscere l’elenco completo – fonte Commissione Europea –

(CLICCA PER SCARICARE IL FILE)

Elenco Completo dei Comuni con concentrazioni di Arsenico oltre i 10 Microgrammi

Sono oltre 100 i Comuni interessati da questo stop di Bruxelles. Le regioni più colpite sono Lazio (91 zone) e Toscana (19 zone): cliccando il link qui sopra trovate l’elenco delle zone in cui le concentrazioni di arsenico sono tali da non permettere un uso alimentare dell’acqua. È vietato sia berla, sia utilizzarla per cucinare. Ecco alcuni dati (quelli completi sono disponibili cliccando il link riportato sopra):

  • Regione Lombardia: coinvolti 8 Comuni.
  • Regione Lazio: coinvolti ben 91 Comuni, tra cui la città di Viterbo (oltre 62mila abitanti abitanti coinvolti), la città di Tarquinia (provincia di Viterbo, oltre 16mila abitanti coinvolti),  la città di Aprilia (oltre 66mila abitanti coinvolti), la città di Latina (oltre 115mila abitanti coinvolti), la città di Nettuno (provincia di Roma, con oltre 43mila abitanti coinvolti),Civitavecchia (provincia di Roma, con oltre 30mila abitanti coinvolti).
  • Regione Trentino Alto Adige: coinvolti 10 Comuni, tra cui oltre 27mila cittadini della provincia di Trento.
  • Regione Toscana: coinvolti 19 Comuni tra cui oltre 13550 abitanti di Campiglia Marittima (provincia di Livorno) e 12965 abitanti di Piombino (sempre in provincia di Livorno) e poco meno di 9mila abitanti nella provincia di Pisa.
  • Regione Umbria: coinvolta la provincia di Terni e in particolar modo la città di Orvieto e i suoi 21mila abitanti.

* Note: nel caso il contenuto non sia scaricabile, segnalateci il problema nei commenti o nella apposita sezione ‘contatti’. Elaborazione pdf da comunicazione ufficiale Commissione Europea.

7 ottobre 2015

fonte retenews24