Filippine, rapito un italiano

Nel sud musulmano in azione un commando armato: sequestrato un ex missionario

italianofilippine

Un ristoratore italiano, Rolando Del Torchio (56 anni), è stato sequestrato nella città di Dipolog City nelle Filippine.

 

L’uomo, prelevato da sette uomini armati nei pressi della sua pizzeria nel cento Miputak nel nord del Paese. Gli uomini, che non sono stati identificati, in un primo momento hanno caricato Del Torchio in un furgone bianco per poi trasferirlo a bordo di una barca. A riferirlo Roy Trinidad, portavoce della polizia locale.

Al momento il rapimento non è ancora stato rivendicato ma le autorità sono convinte che gli autori del sequestro siano gli stessi che nei giorni scorsi hanno prelevato due turisti canadesi e un viaggiatore norvegese. L’unica informazione che la polizia ha lasciato trapelare è che i rapitori potrebbero essere di un gruppo terroristico islamista attivo nell’area.

Del Torchio vive nella Filippine dal 1988 quando arrivò come missionario del Pime (Pontificio Istituto Missioni Estere). Nel 1996 ha dismesso gli abiti pastorali a causa degli scandali pedofilia all’interno della Chiesa per poi collaborare con alcune Ong filippine. Successivamente ha aperto il ristorante “Ur Choice Cafè” che gestisce personalmente.

 

7 ottobre 2015

fonte IlGiornale

AP