Tre casalinghe insospettabili fanno razzia di addobbi natalizi e statuine del presepe

polizia 4

Luci, statuine, addobbi. Tutto ben chiuso nelle buste dove però mancava lo scontrino. Tre casalinghe a Verona hanno patteggiato tre mesi di pena e sono tornate libere dopo l’arresto per furto avvenuto sabato scorso. Un addetto alla sicurezza aveva già adocchiato quel trio che girava spesso tra gli scaffali ma non comprava mai niente. Era un semplice giro di ricognizione.

Mancano due mesi al Natale, eppure le tre insospettabili sessantenni, due veronesi e una rumena, pensavano già a come decorare la casa.

Sabato hanno fatto finta di niente, hanno cercato di allontanarsi con il bottino finché l’addetto alla sicurezza le ha bloccate per controllare il contenuto delle buste. Dentro c’era tutto il necessario per addobbare l’albero e allestire un presepe: luci, statuine, candele e pure un paio di forbici per tagliare le confezioni. 500 euro di merce.

Colte sul fatto, hanno confessato e pagato il conto. Davanti al giudice una di loro si è anche messa a piangere mortificata chiedendo scusa.

di Stefania Piras

Fonte IL MESSAGGERO

VERONA, 28 ottobre 2015