La telecamera della Honda ora mette nei guai Marquez

calciovalentinorossi

La on board camera della Honda mette la parola fine al dibattito. Dalle immagini emerge chiaramente che Marquez rallenta Rossi scalando due marce dopo averlo stretto in curva. I due poi si toccato. Ma il Dottore non sembra tirare alcun calcio

Spunta un nuovo video. E questa volta “esce” dai boxe della Honda. Immagini registrate dalla on board camera di Marc Marquez che sembrano avvalorare ulteriormente la tesi di Valentino Rossi (guarda qui).

Dai rumori che possiamo sentire, nella curva “incriminata” il pilota spagnolo avrebbe decelerato scalando da due a tre marce e rimenendo per diversi secondi con la frizione tirata. Una mossa tesa a chiudere la curva e, quindi, a tagliare fuori Valentino Rossi. Che, come si può vedere dal video, non tirerebbe alcun calcio per allontanare la Honda di Marquez.

“Il modo di correre di Marquez – spiega un esperto – sembra mirato a far rallentare Rossi”. Insomma, come ha sempre detto il pilota della Yamaha, lo spagnolo sarebbe sceso in pista solo per puntellarlo e fargli perdere secondi preziosi nella sfida con Jorge Lorenzo. Quello che emerge dal video resistrato dalla on board camera avvallerebbe i dati pubblicati sul sito della MotoGp che dimostrano molto chiaramente che nel Moto Gp di Malesua Marquez ha rallentato, più di una volta, Iannone e Rossi correndo agli ultimi giri a bassa velocità. Non solo. Il nuovo video dimostra chiaramente che il Dottore non allunga il piede né da alcun calcio a Marquez. Posizione questa confermata dallo stesso Javier Alonso, uno dei tre giudici della «Direzione Gara» del Gran Premio della Malesia. “«Marquez ha portato la situazione al limite – ha spiegato ieri ai microfoni di Cadena Cope – quello di Valentino non è stato un calcio e non c’è stato nessun insulto da parte del pilota italiano”. E ancora: “Le tante immagini che abbiamo visto ci hanno convinto che Valentino si allarga per guadagnare pista, Marc avvicina la sua Honda alla Yamaha ed è allora che Rossi si muove, ma il suo non è un calcio”. E la on board camera conferma tutto questo.

 27 ottobre 2015
AP