Studentessa molestata sul treno: paura tra i pendolari

polfer polizia

Ha avuto il coraggio di scappare e chiedere aiuto una giovane molestata da un uomo su un treno partito da Roma e diretto a Velletri mercoledì sera attorno alle otto e mezzo. La ragazza di diciannove anni stava tornando a casa dopo aver passato la giornata a seguire le lezioni all’università La Sapienza, dove frequenta il primo anno di Giurisprudenza, quando alla stazione di Cecchina è salito un uomo visibilmente ubriaco di circa 45 anni. Anche se il vagone era praticamente vuoto, l’uomo si siede vicino, molto vicino alla giovane. Passano solo pochi secondi. Poi lo sconosciuto si abbassa i pantaloni e inizia a masturbarsi per niente intimidito dal fatto che nel vagone siedono altre cinque o sei persone.

 

Fonte IL MESSAGGERO

Roma, 30 ottobre 2015