Canone Rai in bolletta, ai Rom lo pagherà lo Stato. Ecco perché

campo_rom
L’idea del governo di inserire il Canone Rai tra le voci della bolletta per l’energia elettrica è ormai nota a tutti. Tuttavia, se si analizza nel dettaglio le conseguenze di questa decisione, emergono dati che non possono che far riflettere e polemizzare.

Con il sistema progettato dall’Esecutivo, ad esempio, dal prossimo gennaio anche i Rom troveranno sulla bolletta dell’elettricità la voce della tassa per la televisione di Stato.

Tuttavia – come segnalato dal giornale Libero – dal momento che in molte città italiane le utenze degli accampamenti sono a carico dei Comuni, saranno i contribuenti italiani a pagare anche il balzello sulla rai per i nomadi. “In alcuni casi – racconta il quotidiano – le fatture arrivano direttamente all’indirizzo del municipio. In altri, nonostante le roulotte abbiano i loro contatori con contratti nominali, i sindaci si adoperano a colmare la morosità di chi non riesce a pagare l’elettricità. In entrambi i casi nel totale rientrerà anche il canone Rai”.

A Bologna – restando all’esempio del quotidiano –  nel 2014, il comune ha sborsato 41.031,55 euro per il campo di Borgo Panigale, molto più dei 9.197,60 euro pagati dai nomadi. Ma la situazione è molto simile in altre parti d’Italia dove, per forza di cose, si presenterà la stessa situazione e lo stesso inevitabile coro di polemiche.

31 ottobre 2015

fonte italiaora