Raffica di multe di fronte al cimitero nelle giornate del ricordo dei defunti: automobilisti infuriati

1

Il parroco ha interrotto la Messa per avvisare delle contravvenzioni.

Decine di multe fuori dal cimitero di Settimello, nel Comune di Calenzano. E gli automobilisti, tutti in quel momento a rendere omaggio ai propri cari nel camposanto, si sono letteralmente infuriati con gli agenti. Accade in una domenica 1 novembre in cui il cimitero, che si trova in via della Chiesa, è comprensibilmente molto frequentato per la ricorrenza dei defunti che si celebra il 2 novembre. Tutto è iniziato intorno alle 16, quando un autobus ha avuto difficoltà a passare per una macchina parcheggiata che rendeva difficile il transito. Da lì l’arrivo dei vigili urbani. Che, oltre a occuparsi della macchina in questione, hanno elevato multe a tutte le altre che in quel momento sostavano in via della Chiesa. Don Leonardo, che stava celebrando la Messa proprio nel cimitero, ha avvertito dall’altare i fedeli che i vigili stavano elevando le contravvenzioni, con il fuggi fuggi generale verso le auto per toglierle. Nonostante questo, i vigili sono stati inflessibili. Da qui le proteste, anche perché le segnalazioni di divieto di sosta non sono chiare secondo gli automobilisti. Un cartello indicherebbe il mercoledì come giorno di divieto, uno il venerdì. Resta intanto l’amaro in bocca in chi stava pregando sulle tombe dei propri cari.

di ILARIA BIANCALANI

Fonte LA NAZIONE

FIRENZE, 2 novembre 2015