Arcivescovo Torino,no dispersione ceneri

Immagine

“Favorisce tendenza a rimuovere in fretta i segni del lutto”.

L’arcivescovo di Torino critica dispersione delle ceneri e custodia delle urne in privato.
“Queste pratiche funerarie – ha detto mons. Cesare Nosiglia al cimitero monumentale – favoriscono la tendenza ad occultare il più in fretta possibile i segni della sepoltura e del lutto”.
Nosiglia sottolinea il “valore della memoria” per “contrastare una deriva individualistica e spesso anche commerciale della morte, oggetto di un processo di privatizzazione e rimozione, accentuato nelle grandi città”.

 

Fonte Ansa

TORINO, 3 novembre 2015