Anonymous: “Siamo sulle tracce dei terroristi e non ci fermeremo”

anonymousAnonymous, la piu ‘ grande comunità internazionale di hacker e attivisti digitali, ha diffuso un video in rete, in più lingue, in cui dichiara di essere sulle tracce dei terroristi responsabili dell’ attacco a Parigi e di volerli smascherare. Contemporaneamente, Anonymous ha lanciato un hashtag #OpParis e un account twitter (@opparisofficial). Gli attivisti avevano già ideato delle inziative dopo l’attentato a Charlie Hebdo (#OpIsis).

“Noi non ci fermeremo, noi non perdoneremo, e faremo tutto ciò che è necessario per mettere fine alle loro azioni”, dice con un inglese dal forte accento francese, un portavoce dell’ organizzazione, vestito in abito nero e con la maschera di Guy Fawkes, vero e proprio emblema di Anonymous. “Facciamo appello a voi”, prosegue l ‘attivista. “Riunitevi, mobilitatevi, difendete i nostri valori e la nostra libertà e aspettatevi una mobilitazione totale da parte nostra. Questa violenza non ci deve indebolire ma anzi deve darci la forza di riunirci e lottare insieme contro l’oscurantismo e la tirannia”.

Ma cosa faranno in concreto gli hacker di Anonymous? Censiranno e cercheranno di bloccare gli account che mostrano un’affinità con le battaglie dell’Isis, per esempio quelli che venerdì sera hanno avviato l’hashtag “Parigi in fiamme” e li segnaleranno alle autorità. Nell’operazione non è esclusa la creazione di falsi account twitter di simpatizzanti militanti dell’Isis per intercettare e neutralizzare i canali web dove si fa proselitismo.

15  novembre 2015

IlMessaggero

ER