Stragi di Parigi, a dare l’ordine sarebbe stato il Califfo dell’Isis Al-Baghdadi

califfoIl leader dello Stato islamico chiese “attacchi con bombe, omicidi e presa d’ostaggi”. Gli 007 iracheni avvertirono la Francia il giorno prima delle stragi. Sventato un attacco a Istanbul

Il leader dell’Isis in persona, il Califfo Al-Baghdadi, avrebbe dato ordine di colpire i Paesi della coalizione impegnati nei bombardamenti in Iraq e Siria chiedendo attacchi con “bombe, omicidi e presa d’ostaggi”. E’ quanto rende noto l’agenzia Ap. Il giorno precedente gli attacchi di Parigi, gli 007 iracheni avevano avvertito i governi occidentali, in particolare la Francia.

Sventato attacco a Istanbul – La Turchia avrebbe sventato un potenziale attacco terroristico a Istanbul venerdì scorso, lo stesso giorno degli attentati di Parigi. Lo riportano media locali, citando fonti della sicurezza di Ankara.

Usa: Isis ha creato unità per attentati estero – L’Isis ha creato un’unità al proprio interno dedicata esclusivamente alla pianificazione e realizzazione di attentati all’estero, in particolare in Europa occidentale e Stati Uniti. Lo scrive la Abc citando funzionari statunitensi.

Le autorità turche sospetterebbero che Aine Lesley Davis, un presunto jihadista britannico di alto profilo fermato proprio venerdì a Istanbul insieme a un gruppo di persone, stesse pianificando un attacco simile a quelli di Parigi nella metropoli sul Bosforo. L’uomo sarebbe legato al boia dell’Isis Jihadi John, dato per morto solo poche ore prima della strage di Parigi. L’antiterrorismo di Ankara lo accuserebbe di essere affiliato all’Isis e aver operato in Siria come carceriere di prigionieri stranieri.

Attentatori in contatto con membri Isis in Siria – Gli attentatori di Parigi erano in contatto con alcuni membri dell’Isis in Siria con i quali hanno comunicato prima di sferrare gli attacchi: lo riporta il New York Times citando fonti investigative americane e francesi.

15 novembre 2015

Tgcom24

ER