La figlia incinta si toglie la vita dopo la morte del fidanzato: non regge il dolore

Una famiglia dilaniata dal dramma. La polizia inglese ha scoperto il corpo di una donna scomparsa da gioni, dopo la morte della figlia incinta, suicidatasi per aver perso il fidanzato.

La 20enne, promettente modella, Anita Harding, era incinta all’ottavo mese quando si è uccisa con un’overdose di droga. Probabilmente il dolore della perdita del suo compagno è stata troppo forte e ha deciso di compiere l’estremo gesto.

Una serie di lutti e soffrenze che hanno pesato troppo anche su Christina Harding, mamma della giovane scomparsa. La donna era scomparsa da martedì scorso e immediate sono state le ricerche, come riporta il Mirror, temendo che la donna avrebbe compiuto un gesto folle, ma purtroppo così è stato.

La figlia e il suo compagno avevano problemi di tossicodipendenza. Il giovane era infatti morto in Italia, suo paese di origine, a seguito di un’iversose.

16 novembre 2015

IlMattino

ER