Terrorismo, mozione in Regione: «No velo e burqa, tutti a volto scoperto»

pakistan burquaIl consigliere regionale di Fratelli d’Italia SergioBerlato, ha depositato una mozione nella quale si impegna la Giunta regionale del Veneto «ad intervenire presso il Governo nazionale per adeguare la normativa vigente allemutate esigenze di ordine pubblico ed alla crescente richiesta di sicurezza che provengono dai cittadini del Veneto e del resto d’Italia, anche modificandola per prevedere il divieto di indossare qualsiasi indumento e/o mezzo di travisamento del volto, compresi il velo ed ilburqa».

«La mia iniziativa» ha dichiarato Berlato, «si inserisce nell’attuale quadro di profonda insicurezza che gli attentati terroristici che hanno recentemente colpito l’Europa, tra cui quelli di Parigi, che tutti gli europei stanno vivendo. L’aumento della criminalità e di situazioni di incertezza impongono misure di prevenzione che devono essere applicate soprattutto nei luoghi aperti al pubblico: la sicurezza è diventata una delle priorità dei cittadini del Veneto e del resto d’Italia i quali giustamente pretendono una maggiore protezione delle propria incolumità e di quella dei propri famigliari e un maggiore controllo del territorio da parte delle Forze dell’ordine».

La mozione di Berlato va quindi nella direzione di realizzare con immediatezza la prima forma di controllo da parte degli organi competenti alla pubblica sicurezza, vale a dire «la possibilità di identificare celermente ed agevolmente le persone presenti in qualsiasi luogo pubblico».

21 novembre 2015

IlGazzettino

ER