Valeria torna a casa: bara ricoperta di fiori, la nonna la vede e ha un malore

valeriamorta
Il volo di Stato è arrivato alle 12.45. Valeria Solesin è tornata a casa. Il feretro della 28enne ricercatrice veneziana è stato accolto all’aeroporto “Marco Polo” di Tessera dal fratello Dario, dal ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, dal sindaco Brugnaro e dal presidente Zaia e da altre autorità civili e militari.

ORE 12.30 ARRIVA IL FURGONE DELLE ONORANZE FUNEBRI
Arriva il furgone che trasporterà la bara di Valeria Solesin, il mezzo è stato scortato dalle auto della polizia.

ORE 12.43 ATTERRA L’AEREO DI STATO
L’aereo di Stato è atterrato al ‘Marco Polo’ di Tessera. Con il feretro ci sono i genitori, il fidanzato e la sorella di quest’ultimo.

ARRIVA LA SALMA: LA NONNA DI VALERIA HA UN MALORE
La nonna di Valeria Solesin ha avuto un malore quando la bara ricoperta di fiori bianchi con la salma della nipote è stata portata fuori dall’aereo. L’anziana donna è stata sorretta e fatta sedere su una sedia sotto la pensilina dello scalo lagunare. L’arrivo della salma è stato accompagnato da momenti di forte commozione. In lacrime il fratello Dario, che in questi giorni era rimasto in città, mentre in genitori erano volati a Parigi per seguire le procedure di rimpatrio del feretro. Proprio la madre e il padre di Valeria, al momento della loro discesa dall’aereo, sono stati abbracciati dal ministro dell’istruzione Stefania Giannini e successivamente dal governatore Luca Zaia e dal sindaco Luigi Brugnaro.

Il feretro, di colore marrone chiaro, è stato toccato dalle mani del padre Alberto, della madre Luciana e del fratello Dario, immobili e con gli occhi gonfi di lacrime. Il pianto ha accompagnato anche gli abbracci tra papà Alberto e Dario, che è apparso il più provato. Il ragazzo è stato preso sottobraccio dalla nonna, che con gesto ha voluto anche aggiustare i fiori bianchi sulla bara di Valeria. Dario, gli occhi fissi al feretro, ha atteso a mani giunte che si chiudessero le porte del furgone che ha trasportato la salma all’obitorio di Mestre.

La ricognizione sulla salma sarà effettuata questo pomeriggio alle 17 nell’ obitorio dell’ospedale all’Angelo di Mestre. Lo ha detto il procuratore aggiunto Adelchi D’Ippolito, parlando con i genitori della giovane mentre l’aereo con il feretro atterrava in città.

ORE 14 LA SALMA IN CAMERA MORTUARIA
La salma di Valeria Solesin è stata portata alle 14 nella cella mortuaria dell’ospedale all’Angelo di Mestre. L’area – secondo fonti ospedaliere – è presidiata dalle forze dell’ordine, in attesa dell’effettuazione dell’ispezione sul corpo disposta dalla Procura di Venezia. Domani mattina il feretro sarà trasferito, con un corteo gestito dalla polizia locale, nella sede del Comune di Venezia, Ca’ Farsetti, dove si terrà la camera ardente.

Martedì 24, alle 11, si svolgeranno le esequie in forma civile in Piazza San Marco che come recita una nota del Comune sarà “aperta a uomini e donne di ogni credo”. Al funerale parteciperà il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e non è escluso che ad accompagnarlo ci sia pure il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi.

FUNERALE A SAN MARCO: «UNA SCELTA DI PACE»
La scelta, mai fatta prima, di far celebrare i funerali laici di Valeria Solesin in Piazza San Marco nasce dal fatto che questo «è da sempre un luogo che simboleggia l’incontro tra le genti di diverse culture, in una cornice di diritto e di pace». Lo spiega il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, che è già all’ aeroporto per l’arrivo da Parigi della salma della ricercatrice. Con lui il governatore veneto Luca Zaia.

CAMERA ARDENTE APERTA AI CITTADINI
La bara di Valeria Solesin sarà esposta al pubblico domenica e lunedì per l’estremo saluto dei concittadini nell’androne del municipio a Ca’ Farsetti, sede del Comune, davanti al Canal Grande. Per la giovane ricercatrice morta nell’assalto terroristico al Bataclan di Parigi non è previsto alcun picchetto d’onore ma solo una attenta sorveglianza gestita dalla polizia municipale che, fino al giorno del funerale.

21 novembre 2015

fonte IlGazzettino

AP