Componente di un clan arrestato per estorsione

 

cara 4

I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Trastevere hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Roma, ad un 35enne romano, già noto alle forze dell’ordine, ritenuto il mandante di un’estorsione per un debito di droga non pagato. Lo scorso settembre i militari avevano già arrestato in flagranza l’esecutore materiale, un italiano di 36 anni, con le accuse di estorsione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Tutto aveva avuto inizio con la vendita di dosi di droga da parte dell’uomo nei confronti della vittima che non pagava, accumulando debiti per 4.000 euro. L’acquirente non sarebbe stato in grado di onorare il suo debito nei termini concordati, così hanno avuto inizio gravi minacce di morte. La vittima concordò un incontro con il suo aguzzino per la consegna dei soldi e così i carabinieri intervennero al momento dello scambio in viale Giulio Cesare. Le successive indagini hanno consentito di accertare la responsabilità del secondo uomo, mandante dell’estorsione, raggiunto dall’ordinanza di custodia cautelare.

 

Roma, 23 novembre 2015