Macabra scoperta in una valigetta

poli 4

Alla Sala Operativa della Questura di Vicenza, verso mezzanotte di sabato 21 novembre, giungeva la telefonata di una signora che, mentre stava passeggiando con il proprio cane lungo il  viale di ingresso del cimitero monumentale, aveva  notato una valigetta 24  H. abbandonata ai piedi di un cipresso. Immediatamente il personale delle volanti giungeva sul luogo, per  verificare la pericolosità della  situazione.

Appurato che non contenesse nessun genere di esplosivo, gli operatori aprivano  la valigetta. Sbigottiti, gli agenti rinvenivano una macabra scoperta:  all’interno, infatti, vi erano un cuore, un fegato ed un piccolo sacchetto contenente sangue, il tutto immerso nel  ghiaccio.

In seguito, l’intervento del medico legale assicurava che gli organi non erano umani, bensì animali e, grazie alla consulenza di un veterinario, si determinava che erano appartenuti ad un ovino giovane ed in buona salute.

Il tutto porterebbe a pensare ad un rito capace di liberare dall’influsso negativo del malocchio compiuto da qualche credulone, fatto che comunque non ha impedito  alla Polizia di inviare all’Autorità Giudiziaria la comunicazione di reato per l’uccisione dell’animale.

Vicenza, 26 novembre 2015