Manette ai poliziotti invece che ai terroristi

 

manetta

Invece dell’Isis, indagano i poliziotti.

Gli agenti: ” noi senza mezzi” e il Questore di Roma li indaga.

E’ l’ultimo paradosso della giustizia italia. Le nostre forze dell’ordine hanno armi, protezioni e strumenti di lavoro inadeguati ed alcuni poliziotti – a volto coperto- hanno mostrato davanti alla telecamere giubbotti antiproiettile scaduti e automobili che partano soltanto a spinta. Risultato? Il Quesore di Roma, Nicolò D’Angelo, li ha indagati e puniti. Altro che emergenza terrorismo e Giubileo, la priorità è farsi del male da soli.

Gli agenti “hanno reso dichiarazioni che recano grave pregiudizio all’immagine della Polizia., alimentando la percezione di insicurezza dei cittadini”.

Gianni Tonelli, Segretario Generale Sap,  difende i poliziotti ” in un contesto in cui l’apparo della sicurezza è al collasso per la mancanza di uomini e gli operatori non sono stati addestrati adeguatamente per mancanza di risorse, noi vogliamo distrarre forze per un’indagine amministrativa interna? E’ vergognoso”. L’opinione pubblica deve sapere che “spende soldi per non essere difesa”.

 

Fonte IL GIORNALE

LEGGI L’ARTICOLO