Lo sfogo del tecnico Rai: “Il solito scaricabarile: io, l’unico accusato”

capodanno

Il tecnico di Rai Com: “È insiegabile come soltanto io sia finito accusato per la bestemmia in diretta tv”

È il solito scaricabarile: di chi è la colpa se una bestemmia è passata in diretta tv durante il concertone di Capodanno di Raiuno? Di nessuno, se non del tecnico di Rai Com addetto al controllo che ha già ricevuto la sospensione.

Un’accusa che il 40enne, Francesco C., non accetta, pur ammettendo le proprie responsabilità. “Ho fatto un errore, posso dire anche grave”, dice a Repubblica, “Meglio, abbiamo fatto un errore e me ne prendo tutta la responsabilità. Per almeno tre ore ho tolto dal video cento sms impresentabili: insulti, cori razzisti, inni alla jihad e decine di bestemmie, il centunesimo c’è scappato. È scappato al team, ma io lo guido e mi prendo la colpa”. E ancora: “È la prima volta che ci capita. Ma è anche la prima volta che scopro che dietro di me non c’è il controllo previsto. Un desk di giornalisti. Il terzo livello di verifica è saltato e adesso tutti giocano a scaricare la responsabilità su di me. Fuggi fuggi, sono basito”.

4 gennaio 2016

IlGiornale

ER