Volete un criceto? La scoperta: che cosa rischiate (tanto)

criceto2

Vostro figlio vuole a tutti i costi un criceto? Forse è meglio dirgli di no. Già, perché la bestiola, comunemente considerata animale domestico, è portatrice del Lymphocytic Choriomeningitis Virus (LCMV). Un virus assai fastidioso, che comporta febbre, torcicollo, malessere, assenza di appetito, dolori muscolari, mal di testa, nausea e vomito. Un virus, per inciso, piuttosto frequente e che si trasmette agli uomini attraverso urina e saliva.

Fonte: LiberoQuotidiano