Undici anni fa, il 4 marzo 2005, moriva Nicola Calipari l’uomo del SISMI oggi eroe emblematico dell’impossibilità dell’Italia a conoscere la verità

È il caso del periodo stragista in Italia, laddove i servizi segreti statunitensi hanno giocato senz’altro un ruolo importante, quantomeno di conoscenza dei fatti, dei nomi, se non addirittura di preparazione ad eventi luttuosi come si sospetta nel caso Aldo Moro, giusto per citare la madre di tutti i misteri italiani.
Quella stessa coltre di silenzio è scesa inesorabilmente anche sulla morte di Nicola Calipari, liquidato con versioni di comodo e senza poter approfondire. Nicola Calipari, l’uomo dei servizi segreti italiani che con la sua fine è diventato l’emblema della resa reverenziale che da troppo tempo l’Italia è obbligata a concedere ad un paese che dovrebbe essere solo nostro alleato, non padre padrone.

Roma, 4 marzo 2016

fonte cronacaedossier