Straniero le molesta per strada: due donne salvate dal macellaio. L’INCREDIBILE STORIA

macellaiosalva

Non vuol certo essere chiamato eroe ma Antonio Mischiatti, titolare di una macelleria a Lendinara, a due passi dal centro di Villanova del Ghebbo, è stato decisivo e ora molto turbato. Non tanto, però, da perdere il controllo della situazione, facendo tutto il possibile per aiutare le due donne che nel giro di una decina di minuti si erano presentate alla porta del suo negozio per chiedere aiuto. L’altra sera, verso le 19.30, aveva chiuso da alcuni minuti quando ha sentito battere ripetutamente sulla vetrata della porta. Dall’altra parte una donna che chiedeva di entrare perché molestata da un uomo, africano, di corporatura robusta, che l’aveva fatta oggetto delle sue attenzioni. Ad Antonio pareva che il tizio avesse bevuto un po’ e ha cercato di cacciarlo via, mentre lui protestava chiedendo di sapere cosa aveva detto la donna. Poi si è allontanato mentre Antonio accompagnava a casa la signora che abita a circa 300 metri dalla sua bottega. Nel frattempo aveva chiamato i carabinieri della stazione di Costa. Una volta tornato e richiusa la bottega, un’altra donna, sempre anziana e vicina di casa, chiedeva di entrare perché anche lei molestata da quell’individuo. È rimasta lì alcuni minuti, poi l’ha riaccompagnata a casa dall’altra parte della strada. Dell’uomo, però, nessuna traccia. Secondo la sua testimonianza, non gli è sembrato uno del luogo (nella via abitano molti marocchini) e forse era venuto da fuori.

Rovigo, 6 marzo 2016

fonte Leggo