Ecco il NUOVO ASSEGNO di disoccupazione. Con questi requisiti puoi riceverlo. FAI DOMANDA COSI’

soldi

Finalmente al via le operazioni per l’erogazione dell’ASDI (Assegno di disoccupazione), misura assistenziale istituita a decorrere dall’1 maggio 2015, e in via sperimentale per il solo 2015, dal d.lgs. 22/2015, recante “Disposizioni per il riordino della normativa in materia di ammortizzatori sociali in caso di disoccupazione involontaria e di ricollocazione dei lavoratori disoccupati, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n. 183”.

Con la circolare 47/2016 (qui sotto allegata) l’INPS ha chiarito che la misura ha la funzione di fornire una tutela di sostegno al reddito per i lavoratori già beneficiari della Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego (NASpI), che abbiano fruito di questa per l’intera sua durata, fino al 31 dicembre 2015, siano privi di occupazione e si trovino in condizione economica di bisogno.

Requisiti

Nel primo anno di applicazione gli interventi saranno prioritariamente riservati ai lavoratori appartenenti ai nuclei con minorenni e, quindi, ai lavoratori in età prossima al pensionamento.
Il richiedente dovrà essere ancora in stato di disoccupazione e in condizioni economiche di bisogno (possesso di un’attestazione ISEE, in corso di validità, con un valore pari od inferiore ad euro 5.000) e dovrà anche aver sottoscritto un progetto personalizzato di presa in carico, redatto dai competenti servizi per l’impiego.
Si tratta di una condizione necessaria, poichè in mancanza l’Inps non procederà all’erogazione dell’ASDI, mancando uno dei requisiti previsti dalla norma.

Si precisa, inoltre, che presupposto per la concessione dell’ASDI è che il richiedente non sia decaduto dalla NASpI, prima del termine naturale di durata della stessa.
Non possono usufruire dell’ASDI, invece, coloro che hanno richiesto e ottenuto l’anticipazione della NASpI

Presentazione della domanda

Gli aventi diritto devono, a pena di decadenza, presentare domanda all’INPS, esclusivamente in via telematica, entro il termine perentorio di 30 giorni a partire dal primo giorno successivo al termine del periodo di completa fruizione della NASpI.

A causa dei ritardi operativi, esclusivamente per i lavoratori che abbiano usufruito della NASpI per la sua durata massima nel periodo di tempo che intercorre fra l’1.5.2015 e la data di pubblicazione sul sito internet dell’Istituto della presente circolare, per i quali quindi, sia già decorso il termine di 30 giorni per la presentazione della domanda di ASDI, il predetto termine decorre dalla data di pubblicazione della presente circolare.