Due giovani distruggono autobus a Torino

POLI 4Nel pomeriggio di ieri, 9 marzo 2016, la Polizia di Stato  ha denunciato in stato di libertà due giovani  (un rumeno ed un italiano) responsabili dei reati di danneggiamento, vilipendio delle Forze Armate e possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli. In particolare i due soggetti entrambi pregiudicati, identificati rispettivamente il primo come cittadino  rumeno classe 1995, ed il secondo un italiano di anni 22, dopo essere saliti a bordo di un autobus di linea della CAP partito dalla stazione di Firenze si accomodavano in fondo al veicolo e notati dal conducente dell’autobus mentre armeggiavano qualcosa. Subito dopo, l’autista recatosi in fondo al mezzo per sincerarsi su quello che stesse accadendo, notava i due soggetti che incuranti continuavano a scrivere con dei pennarelli sui finestrini. Intanto proseguita la corsa sino a via Fiorentina l’autista avvertiva la sala operativa della Questura chiedendo l’intervento degli agenti i quali procedevano al controllo dei due soggetti ed alla constatazione dei danni dagli stessi arrecati al mezzo pubblico. Il particolare erano state strappate le fodere dei sedili frontali al posto occupato dai fermati e le scritte apposte sui finestrini realizzate con dei pennarelli riportavano l’acronimo A.C.A.B. notoriamente offensivo delle forze dell’ordine. La successiva perquisizione personale effettuata nei loro confronti consentiva di rinvenire e sequestrare a carico del cittadino rumeno tre pennarelli indelebili ed un pezzetto di sostanza stupefacente del tipomarijuana del peso di grammi 1,23, per la quale si determinava il sequestro amministrativo e la conseguente segnalazione del possessore quale assuntore di stupefacenti. Mentre a carico dell’italiano venivano rinvenuti e sequestrati un altro pennarello indelebile, un coltello multifunzione, una tenaglia in ferro ( quest’ultima rinvenuta all’interno di uno zaino) un martelletto frangi verto.

10/3/2016