GIA’ FALSIFICATE LE NUOVE BANCONOTE DA 20 EURO. ECCO COME RICONOSCERLE

Ondata di banconote da 20 euro false nel Bresciano. Ci sono molti modi per riconoscerle ma spesso le vittime sono stranieri e anziani che non hanno dimistichezza e non verificano attentamente il resto al supermercato, dal tassista, al bar.

20euro

Le nuove banconote da 20 euro hanno già perso la battaglia contro i falsari: in Lombardia ne circolano già di tarocche a pochi mesi dall loro introduzione. Le riproduzioni, lo riporta Il Giornale di Brescia sono tuttavia facilmente smascherabili se si usa il tatto. All’occhio, invece, possono ingannare, soprattutto in momenti di confusione (benzinaio, tabaccaio, spesa al supermercato o al mercato e così via). Le forze dell’ordine hanno spesso spiegato con video e post sui social network come riconoscere le banconote false. Sono tuttavia soprattutto gli anziani i soggetti maggiormente a rischio truffa.

Il consiglio ‘principe’ è di valutare al tatto gli elementi in rilievo della banconota, difficilmente falsificabili. E in assenza di questi (tangibili anche in caso di carta moneta deteriorata) rifiutare la banconota. In Italia, le forze dell’ordine e la Banca Centrale Europea stimano la produzione di un quinto del totale dei biglietti fasulli che circolano in Europa. Nel caso di esercizi commerciali, invece, è consigliabile l’utilizzo di rilevatori automatici ai raggi UV all’interno dei quali passare velocemente il biglietto da 20 ( o da 50 o da 100 euro) per verificarne la legittimità.

Roma, 11 marzo 2016

fonte FanPage