Il figlio del serial killer Minghella aggredisce ragazzino con una bottiglia

“Non mi guardare”, urla Gianpiero Finessi, 18 anni, abitante a Torino, ad un ragazzino e poi lo colpisce con una bottiglia alla testa e tenta di rubargli il cellulare. Gianpiero Finessi che porta il cognome della madre, è figlio di Minghella il serial killer delle prostitute, al quale è stato attribuito un altro omicidio.

È  accaduto ieri alle 17,30 in piazza Garibaldi, all’interno della stazione ferroviaria. Uno sguardo di troppo. I carabinieri sono intervenuti poco dopo e Finessi si è scagliato contro di loro tentando di colpirli con calci e pugni. Il 118 ha portato il minore all’ospedale di Pinerolo, mentre Gianpiero Finessi è stato arrestato.

10357706_203976869958853_2385251862572866859_o-kuyF-U1070571880653hcG-1024x576@LaStampa.it

Fonte: La Stampa
13/3/2016