Rubano soldi a malato di Sla che li aveva raccolti per l’operazione

CARA 4Un colpo da maestri e un danno gravissimo, che va al di là del valore della merce e del denaro trafugati: tre fucili da caccia e 7mila euro, somma destinata ad affrontare un delicato intervento chirurgico all’estero. I ladri hanno ripulito l’abitazione di Giuseppe Arnesano, a Salice Salentino.

È accaduto martedì, nel tardo pomeriggio, quando l’appartamento era vuoto, segno evidente che i malviventi conoscevano i movimenti delle vittime, anche quelli di Paolo, figlio del padrone di casa, per cui quella somma era stata messa da parte. Il giovane, infatti, combatte contro la Sla e il 14 aprile si sottoporrà ad un intervento chirurgico sperimentale a Vienna. Per fornirgli supporto concreto oltre che psicologico, un gruppo di amici e compaesani ha fondato l’associazione “Smile”, che raccoglie fondi proprio a sostegno della lotta alla sclerosi laterale amiotrofica.

Ma la triste storia di Paolo non è bastata per fermare la banda entrata in azione l’altra sera. Il padrone di casa era uscito, la moglie invece aveva raggiunto il figlio. I ladri sapevano che per un po’ di tempo non sarebbe rincasato nessuno né il fatto che la strada dove vive la famiglia sia molto trafficata ha funto da deterrente.