ARRESTATI DUE UOMINI DI ORIGINE ALBANESE E SEQUESTRATA COCAINA

poli 4

 

Personale della Squadra Mobile della Questura di Rimini ha tratto in arresto due uomini –di origine albanese – poiché sorpresi nella disponibilità di un considerevole quantitativo di cocaina, pronta per essere ulteriormente “distribuita” tra spacciatori e consumatori e di una considerevole somma di denaro contante. Erano impegnati in uno specifico servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di stupefacenti, quando i poliziotti della Questura di Rimini hanno notato un’utilitaria lungo una strada di Riccione, in relazione alla quale erano giunte alcune segnalazioni in merito ad attività di spaccio. Approfondendo le segnalazioni, i poliziotti hanno deciso di effettuare il controllo del veicolo: i poliziotti si sono subito accorti che l’uomo che conduceva quel veicolo aveva in mano qualcosa, che ai successivi accertamenti è risultato essere un involucro formato con della pellicola per alimenti, con all’interno n.3 involucri in plastica di colore bianco termosaldati, contenenti sostanza stupefacente del tipo Cocaina. La successiva perquisizione personale e dell’autoveicolo, permetteva di rinvenire e sequestrare un ulteriore involucro termosaldato identico a quelli precedentemente rinvenuti, All’interno del suo portafoglio, quell’uomo risultava avere la somma in contante di € 1.015,00 (suddivisa in banconote n.34 da 20,00 euro, n.4 da 50,00 euro, n.1 da 100,00 euro), somma immediatamente sequestrata, poiché, ritenuta essere il provento della pregressa attività di spaccio compiuta dallo straniero. Gli uomini della Squadra Mobile non si sono fermati a quell’uomo e hanno continuato a indagare, ritenendo che lo straniero fermato detenere altro stupefacente presso l’abitazione ove domiciliava e di cui si sconosceva l’indirizzo. I poliziotti hanno quindi predisposto ed eseguito una serie di servizi di monitoraggio al fine di individuare l’abitazione del sospetto e risalire a eventuali fornitori o spacciatori della zona. Dopo i numerosi servizi, i poliziotti hanno quindi individuato il domicilio dell’uomo in un appartamento di Rimini. A quel punto sono iniziati gli accertamenti e i successivi servizi di pedinamento e di controlli, che hanno permesso di individuare altre tre uomini che uscendo dall’abitazione si mettevano alla guida di due diverse auto che si dirigevano verso Rimini. I veicoli si sono fermati in un parcheggio dove ad attenderli vi erano altri due uomini, giunti sul posto con due moto. Immediatamente intervenuti, i poliziotti hanno bloccato in sicurezza altre tre uomini i quali sono risultati essere in possesso di due dosi di cocaina, aventi il peso di gr.0,7 ciascuna e di una somma in contanti di oltre euro 5000,00. Ma non è tutto, poiché ritenendo che all’interno dell’appartamento occupato dall’uomo fermato a Riccione potesse esserci della sostanza stupefacente di tipo cocaina è stata eseguita una perquisizione locale, che ha permesso di rinvenire e sequestrare cocaina sufficiente a confezionare oltre 300 dosi, confezionata con della pellicola per alimenti, avvolta con del nastro adesivo di colore marrone, pressati in maniera tale da formare una palla. La droga era occultata all’interno di un barattolo in ceramica con coperchio, riposto su una mensola sopra la cappa della cucina.- Vicino al barattolo, sempre sulla mensola, vi era anche un bilancino elettronico di precisione ancora nella sua confezione originaria.– All’interno di uno dei veicoli venivano rinvenute due buste della spazzatura, con all’interno due rotoli di pellicola per alimenti, identica a quella con la quale era stata confezionata la droga di cui sopra. Al termine dell’operazione, poliziotti hanno tratto in arresto due uomini (entrambi di origine albanese di 28 e 30 anni) e ne hanno sanzionato un terzo per possesso di droga per uso personale (di nazionalità albanese).

Roma, 18 marzo 2016

fonte Polizia di Stato