Da genitori botte carabiniere per liberare figlio, arrestati

carabinieri 4

 

Si sono scagliati contro i carabinieri per permettere al figlio minorenne di scappare dopo che era stato trovato in possesso di un grammo di marijuana durante un controllo. E così mamma, papà e una amica dei due sono finiti in manette per violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale. I tre, tutti ecuadoriani di 40, 35 e 28 anni, hanno iniziato prima a inveire contro i militari, poi si sono scagliati contro di loro e il padre del giovane ha anche danneggiato l’auto di una pattuglia. I genitori avevano visto che il figlio era stato controllato in via Cornigliano e che i carabinieri stavano prendendo le generalità del ragazzo dopo avergli trovato in tasca lo stupefacente

Roma, 18 marzo 2016

fonte ANSA