Meningite, nuovo caso. Ecco come riconoscerla: sintomi, vaccino, profilassi, contagio

meningite-infermiere-pisa mal di testa emicrania

Una donna di 55 anni ricoverata al Cotugno in condizioni giudicate ancora critiche, quindici bambini sottoposti alla speciale terapia antibiotica e un’altra dozzina costretta alla cura vaccinale: a Pozzuoli scatta la psicosi meningite, dopo il caso registrato in un centro pediatrico privato che ha coinvolto la segretaria dello studio medico dove vengono seguiti molti alunni del Primo circolo didattico flegreo. Giuseppina C. è ancora ricoverata al Cotugno per «meningite di tipo C», come ha chiarito ieri l’Asl Napoli 2 Nord in un bollettino medico diramato per chiarire definitivamente il ceppo del virus che ha colpito tre giorni fa la donna.

Un bollettino clinico per fare chiarezza e stoppare la paura e la psicosi di massa che ha convinto decine di mamme a tempestare di telefonate i centri vaccinali dell’Asl Napoli 2 Nord e lo studio pediatrico per avere chiarimenti. (Mattino di Napoli)

(…) Intanto i medici della Simit (Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali) ricordano che le vaccinazioni funzionano, ma è importante attuare una maggiore copertura vaccinale anche tra le fasce di età più adulte, che al momento sono le più a rischio. Invitando a fare attenzione ai luoghi affollati.

(continua nella pagina successiva)