Quello che i giornaloni non vi dicono sul genocidio dei cristiani

Fondamentale per la decisione del Dipartimento di stato è stata la risoluzione approvata (393 sì, 0 no) lo scorso lunedì dalla Camera dei Rappresentanti di Washington, che ha definito “genocidio” quanto accade nel vicino oriente per mano dei miliziani dell’Isis.

Durante l’Angelus di Santo Stefano, lo scorso 26 dicembre, anche il Papa era intervenuto sulla questione, ricordando “coloro – e sono purtroppo tantissimi – che come santo Stefano subiscono persecuzioni in nome della fede, i nostri tanti martiri di oggi”. Sempre a cavallo del Natale, Francesco invitava alla preghiera “per i cristiani che sono perseguitati, spesso nel silenzio vergognoso di tanti”.

Roma, 19 marzo 2016

fonte IlFoglio