Ecco LO SCONTO PER TUTTI sulla BOLLETTA ELETTRICA. DEVI RICHIEDERLO TU, ECCO SPIEGATO COME FARE

In riferimento al secondo requisito, gli utenti, per acconsentire all’invio della bolletta elettrica in formato elettronico, dovranno soltanto limitarsi a non rispondere alla lettera inviata dal gestore del servizio elettrico con cui si chiederà l’adesione al nuovo sistema di fatturazione non cartacea.

Una volta trascorsi  60 giorni dalla comunicazione trasmessa dalla società elettrica, il formato elettronico verrà considerato accettato.

Tempistiche e modalità per inviare tale comunicazione verranno fissati dalla stessa Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas.

A QUANTO AMMONTERA’ LO SCONTO?

A questa domanda ancora non è dato rispondere in quanto l’importo dello sconto non è stato precisato nella delibera dell’AEEG, rinviandosi ad un successivo provvedimento. Lo sconto, tuttavia, dovrà essere in ogni caso riconosciuto al cliente finale che rispetta i citati requisiti, anche quando uno o ambedue non dovessero essere soddisfatti per ragioni che indipendenti dalla volontà del cliente, in maniera regolare e continuativa.

In tutte le bollette che verranno emesse in formato elettronico, in cui verrà applicato lo sconto, questo dovrà essere appositamente indicato con relativa voce negativa che andrà a decurtazione degli importi che sono stati fatturati.

Ma qual è l’obiettivo dello sconto per la bolletta elettronica? Da un lato, si tratta di incrementare il passaggio degli utenti alla bolletta in formato elettronico, dall’altro invece, di rispondere alla necessità di limitare i costi operativi dei venditori e allo stesso tempo ricavare dei vantaggi anche sotto il profilo ambientale.

Pertanto, lo sconto per la bolletta elettronica dovrà adeguarsi al costo che l’operatore eviterà per emettere le bollette in formato cartaceo e che, ad oggi, risulta ancora essere il sistema privilegiato. Lo sconto, inoltre, potrà essere riportato dalla società elettrica anche dopo l’emissione della prima bolletta in formato elettronico, a condizione però che esso venga indicato entro e non oltre la 6° bolletta che verrà emessa dopo il 1° gennaio 2016 (in caso di fatturazione con periodicità mensile) ed entro e non oltre la 4° bolletta emessa sempre successivamente a tale data (in caso di fatturazione con periodicità non mensile) e che lo sconto sia in ogni caso applicato a decorrere dal 1° gennaio 2016.

Roma, 20 marzo 2016

fonte leggioggi