Strage Erasmus, i genitori di Serena in tv: «Torniamo a casa e ci uccidiamo»

«Io e mia moglie andiamo a casa e ci ammazziamo. Non possiamo pensare di vivere senza la nostra Serena». Lo ha detto a Pomeriggio 5, Alessandro Saracino, il padre di Serena, una delle studentesse coinvolte nel terribile incidente avvenuto a Tarragona, in Spagna. «Me l’hanno schiacciata, vedeste come è stata ridotta – ha proseguito Alessandro Saracino – quello che ora chiedo è che queste cose non accadano mai più. Non è colpa di nessuno, ma non è possibile che giovani che vengono in un Paese amico come la Spagna per studiare perdano la vita in questo modo così assurdo».
Serena era partita per l’Erasmus a febbraio per seguire il secondo semestre di Farmacia a Barcellona e avrebbe compiuto 23 anni il giorno di Pasquetta. Il papà appena saputo di quanto accaduto alla figlia si è messo subito in viaggio con la moglie, all’arrivo è stato subito accompagnato in Ospedale per il riconoscimento della salma avvenuto perchè la giovane ragazza indossava un anello del nonno. Nello schianto dell’autobus hanno perso la vita 13 ragazze, 7 delle quali sono italiane.​

1625160_sere_a-2

Fonte: Il Messaggero
22/3/2016