Scampata alla tragedia del pullman in Spagna, viene rapinata in Italia

 

notte via della maddalena

Ha dell’incredibile la vicenda di una giovane 22enne canadese, studentessa di Giurisprudenza in Erasmus a Barcellona, scampata alla tragedia del bus schiantato in Catalogna e poi rapinata con il fratello nel centro storico genovese.

Genova – Mentre rientravano nel loro albergo del centro storico di Genova sono stati aggrediti da uno spacciatore marocchino con un pitbull che prima ha chiesto loro se volessero dello stupefacente, poi al loro rifiuto li ha aggrediti e ha strappato la collanina d’oro che il giovane, un avvocato, teneva al collo.

I carabinieri della stazione Maddalena hanno poi intercettato a tempo di record il rapinatore, arrestandolo.

Una volta in caserma, Rebecca, 22 anni canadese di origini libanesi, ha svelato che se non avesse raggiunto il fratello in vacanza a Genova sarebbe dovuta essere sul pullman delle studentesse dell’Erasmus di Barcellona che sono andate a vedere i fuochi a Valencia. “Dovevo andare anche io, ho rinunciato perché volevo raggiungere l’Italia e Genova dove mio fratello sta trascorrendo un periodo di vacanze” ha ammesso la ventenne aggiungendo che conosceva alcune ragazze decedute nell’incidente.

Dopo avere recuperato la collanina rapinata dal marocchino e ringraziato i carabinieri per il provvidenziale intervento, Rebecca e il fratello avvocato sono partite per andare a visitare Milano.

Genova24
2
3 Marzo 2016