Pestata a sangue, aggressione choc per la ex concorrente di X Factor

chloe baker

Era lo scorso ottobre quando la 21enne Chloe Baker, ex concorrente dell’edizione inglese di X Factor, era stata picchiata violentemente dal fidanzato e aveva mostrato i lividi dell’aggressione pubblicando in rete il volto tumefatto.

Oggi, a distanza di cinque mesi dal tragico episodio, il 20enne Sean Zeisz ha ammesso di fronte alla corte di Liverpool di aver aggredito fisicamente la ragazza dopo aver passato una serata fuori con lei.

Apparsa nell’edizione 2015 di X Factor UK, la Baker ha raccontato di essere stata picchiata in macchina nel centro di Liverpool alle 4 del mattino e in calce al selfie che testimoniava i segni di quella violenza, aveva scritto: “Non avrei mai voluto condividere questa foto. Ma lo faccio perché sto veramente male e credo che la gente ha bisogno di sapere che mostro è questo ragazzo”. Chloe all’epoca aveva affermato di essere stata “rapita in una macchina, dove lui mi ha fatto questo”, ma l’accusa di sequestro di persona è andata poi a decadere.

La Merseyside Police aveva poi confermato l’aggressione: “Verso le 4 del mattino la vittima stava attendendo un taxi con due amici quando è rimasta coinvolta in un alterco verbale con un uomo che conosceva. A seguito di questo litigio l’uomo è accusato di averla aggredita, con la conseguenza che per la ragazza si è visto necessario un ricovero ospedaliere per ferite al viso e alle braccia.” Sean ha ammesso di aver causato danni fisici alla ragazza e al tassista della vettura. Attualmente è in custodia e sarà condannato nel mese di aprile.

Fonte: Today
24 Marzo 2016