CARCIOFI RIPIENI, UNA RICETTA FACILE, VELOCE E PRELIBATA. DA LECCARSI I BAFFI

Infornate per circa 20′ per una giusta cottura o comunque fino a quando non si sarà formata una crosticina invitante sulla superficie. Unica accortezza, vista la presenza del provolone piccante, è quella di servire questi carciofi ripieni immediatamente, ancora caldi, per poterli gustare al meglio.

Fate attenzione a tagliare il gambo dei carciofi alla base, togliendone il più possibile, questo perché l’ortaggio deve fungere da contenitore per il succulento ripieno di salsiccia e formaggio e reggersi in piedi sia in cottura che una volta nel piatto. Il gambo tolto non andrà certo perso, lo taglierete a dadini e unirete al resto del ripieno, insaporirà ancor di più i vostri carciofi ripieni. A riempimento vi ho consigliato il provolone piccante ma, valida alternativa è anche una caciotta morbida, o del pecorino fresco non stagionato; a seconda del formaggio scelto cambierà di molto la delicatezza o sapidità del piatto finale. Potete cuocerli anche con la pentola a pressione, se preferite, aggiungendo poco alla volta quattro cucchiai di pangrattato e ricordate che i carciofi si possono congelare solo se puliti preventivamente e lessati per 2/3 minuti. In caso contrario, vanno consumati in giornata.
Varianti: qual è il miglior ripieno per i carciofi?

I carciofi ripieni sono famosi per avere numerose varianti in base alla regione e agli ingredienti. Ve ne elenchiamo alcune:

Carciofi ripieni alla siciliana: si riempiono con pangrattato, prezzemolo, capperi e acciughe. Si cuociono, coperti, in una teglia per poi servirli ancora fumanti. Alcuni mettono anche il pane raffermo;
Carciofi ripieni alla romana: in questo caso sono riempiti con pangrattato, aglio, menta e prezzemolo;
Carciofi ripieni alla pugliese: sono carciofi vegetariani in quanto non si utilizza la carne ma il pecorino grattugiato, il pangrattato, le uova, prezzemolo, cipolla e un limone;
Carciofi ripieni alla molisana: famosi per l’imbottitura fatta di formaggio e uova, sono ottimi per tutti i giorni di festa.

Altre ricette per la tavola di Pasqua

Questi carciofi ripieni fungono un po’ da contorno e un po’ da secondo piatto. La componente principale è la verdura ma il ripieno è decisamente sostanzioso e non certo un semplice insaporimento agli stessi carciofi. Potrete quindi decidere se presentarli ai vostri ospiti come contorno o come pietanza di carne/verdura. Altre idee valide da portare in tavola sono poi la torta pasqualina, il casatiello e i nidi di patate.

Roma, 26 marzo 2016

fonte fanpage