Salah, bugie e depistaggi «Non conosco quei due»

Domande sbagliate e confuse, risposte false ed evasive. Sabato 19 marzo Salah Abdeslam è stato interrogato per due ore nei locali della polizia federale di Bruxelles, prima dagli agenti, poi dal giudice istruttore. Tre giorni dopo ci saranno le stragi a Zevanten e Malbeek: lui forse sapeva, forse la polizia avrebbe potuto imboccare la pista giusta in tempo. I verbali dell’interrogatorio, consultati da le Monde, rivelano che un’occasione è stata probabilmente persa.

salah1

Fonte: Il Messaggero
26/3/2016