Il nuovo MAXI-CONCORSO nella GUARDIA DI FINANZA. 605 POSTI, ANCHE SOLO DIPLOMATI. AFFRETTATI, CANDIDATI QUI

non siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione;
non siano stati ammessi a prestare il servizio civile nazionale quali obiettori di coscienza ovvero abbiano rinunciato a tale status;
non siano, alla data dell’effettivo incorporamento, imputati o condannati per delitti non colposi, né sottoposti a misura di prevenzione;
non si trovino, alla data dell’effettivo incorporamento, in situazioni comunque incompatibili con l’acquisizione o la conservazione dello stato di ispettore della Guardia di finanza;
siano in possesso delle qualità morali e di condotta stabilite per l’ammissione ai concorsi della magistratura ordinaria. L’accertamento di tale requisito viene effettuato d’ufficio dal Corpo della Guardia di finanza;
non siano già stati rinviati, d’autorità, dal corso allievi marescialli, ovvero da corsi equipollenti, della Guardia di finanza;
siano in possesso, alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda di un diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consenta l’iscrizione ai corsi di laurea previsti dal decreto ministeriale 16 marzo 2007 citato in premessa. Possono partecipare anche coloro che, pur non essendo in possesso del previsto diploma, lo conseguano nell’anno scolastico 2015/2016.

Prove d’esame
Lo svolgimento del concorso comprende le seguenti prove d’esame e accertamenti:
prova preliminare, consistente in questionari a risposta multipla;
prova scritta di composizione italiana;
accertamento dell’idoneità attitudinale;
accertamento dell’idoneità psico-fisica;
prova orale di cultura generale;
esame facoltativo in una o più lingue estere, consistente in una prova scritta e una prova orale per ciascuna lingua prescelta;
prova facoltativa di informatica.

Scadenza
E’ possibile candidarsi, utilizzando l’apposita procedura informatica online (allegato Domanda), entro l’11 aprile 2016.

 

Roma, 7 aprile 2016

fonte lavoroeconcorsi