Avete uno di questi gadget a casa? Il Pd: “Mettiamo tutti in galera”

gadgetmussolini

 

La proposta di legge è stata presentata il 2 ottobre 2015, ma il suo approdo in aula è il regalo che il Partito democratico vuole farsi per il 25 aprile. Ricorrenza non casuale, dal momento che il provvedimento in questione ha l’ obiettivo di assicurare alle patrie galere chiunque si macchi dell’ orrendo crimine di avere in casa qualche gadget riconducibile al fascismo.

A chiedere di accelerare l’ iter è il deputato Emanuele Fiano, primo firmatario (seguono una sessantina di colleghi) della legge di cui sopra: «Commemoriamo così il prossimo 25 aprile», afferma, «una giornata che deve ricordare i valori più profondi e costituenti dell’ antifascismo e della Resistenza».

Il problema è che, così come è concepita, la proposta di legge è una roba da antidoping. L’ intero provvedimento consiste di un solo articolo, che recita quanto segue: «Chiunque propaganda le immagini o i contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco, ovvero delle relative ideologie, anche solo attraverso la produzione, distribuzione, diffusione o vendita di beni raffiguranti persone, immagini o simboli a essi chiaramente riferiti, ovvero ne richiama pubblicamente la simbologia o la gestualità è punito con la reclusione da sei mesi a due anni. La pena di cui al primo comma è aumentata di un terzo se il fatto è commesso attraverso strumenti telematici o informatici».

Non bastasse il reato di opinione punito col carcere (roba, questa sì, da Ventennio), ad aprire agli scenari più inquietanti è la formulazione volutamente generica del provvedimento: cosa vuol dire, di preciso, «beni raffiguranti persone, immagini o simboli a essi chiaramente riferiti»? Dove finisce, per esempio, la storiografia e dove inizia la propaganda? Quali libri sul fascismo vanno bene e quali no? L’ intero Comune di Predappio andrebbe trasferito in blocco nella più vicina casa circondariale o c’ è qualcuno che si salverebbe? Per quale motivo la foto del Duce stampata su carta è meno da galera della foto del Duce postata su internet?
Potenzialmente, non si salva nessuno.

One thought on “Avete uno di questi gadget a casa? Il Pd: “Mettiamo tutti in galera”

  1. Dopo questa affermazione qualcuno ha ancora qualche dubbio che siamo sotto regime??? che io sappia solo in Cina e Corea del nord censurano sui social e sui siti.. comunque non credo possa passare una legge cagata come questa… Casi signori del PD governate e non siete votati e avete pure il coraggio di dettare legge????? come disse un famoso della TV ” IO ME NE FREGO!!!! MA MI FACCI IL PIACERE!!!!!!! ONORE ALLA PATRIA!!!!!

Comments are closed.