Lite in famiglia: bimbo di 10 anni si lancia nel vuoto

Nicola Dalla Mura Ag. Toiati Per Sofi: Via Italo CalvinoUna lite, forse l’ennesima, di quelle che esplodono a sera, quando la famiglia si ritrova, fa il punto della giornata. «Hai fatto i compiti, ancora no?». Sotto stress per la scuola, i rimproveri dei genitori, l’adolescenza che bussa già alle porte a 10 anni e amplifica timori e senso d’inadeguatezza. Marco, il nome è di fantasia, non ha retto, ha aperto la finestra della sua cameretta e mentre in casa la tv era ancora accesa, ha voltato le spalle a tutto e tutti, basta discussioni sul telefonino o la play, basta brutti voti, delusioni, parole che sembrano offese. E si è gettato nel vuoto, è volato giù dal quarto piano, precipitando da oltre 10 metri di altezza nel cortile del palazzo dove vive in zona Laurentino.

Erano le 22,30. Sul posto sono accorse alcune auto della polizia e il personale di un’ambulanza. Al medico di bordo le condizioni del bambino sono apparse subito gravi: è stato portato via a sirene spiegate e trasportato al Pronto soccorso del Bambino Gesù.

Fonte: Il Messaggero
14/4/2016