TUNISINO UCCISO, I FIDANZATI ARRESTATI DAL GIP. MANUEL: “SONO STATO IO”. MA NON CONVINCE

Sono in programma questa mattina davanti al gip di Brescia gli interrogatori di convalida di Manuel Rossi, 28 anni, e della fidanzata ventunenne Giulia Taesi. I due sono accusati di aver ucciso un tunisino di 48 anni, ammazzato una settimana fa nelle campagne di Erbusco, nel Bresciano, con almeno 60 coltellate.
Manuel Rossi, detenuto in carcere, si è assunto tutte le responsabilità, ma la dinamica non convincerebbe gli inquirenti che sospettano che sia stata invece la fidanzata, attualmente agli arresti domiciliari, ad accoltellare il tunisino immobilizzato dal fidanzato.

Fonte: Leggo

22/4/2016