Il ministro tira l’elastico del tanga di una giornalista, finisce male

Scandalo delle mutande: il ministro tira l’elastico del tanga di una giornalista, finisce male

Il ministro delle Finanze francese Michel Sapin ha smentito l’accusa “diffamatoria” di aver fatto schioccare l’elastico in vista delle mutande di una giornalista che si era chinata in sua presenza. L’episodio è raccontato in un libro, “Elysee Off”, di due giornalisti che svelano ciò che accade nei corridoi del potere francese. “Michel Sapin smentisce categoricamente tutte le accuse false e diffamatorie contenute in un libro di recente pubblicazione” ha scritto su Twitter la sua portavoce Helene Fontanaud, aggiungendo che Sapin si riserva “il diritto di ristabilire la verità”.

Gli autori del libro, i giornalisti Stephanie Marteau e Aziz Zemouri, raccontano l’incidente tra il ministro e un’anonima giornalista durante il World Economic Forum di Davos nel 2015. I due scrivono che la giornalista si era chinata per raccogliere una penna quando “un ministro … l’inquilino di Bercy (dove ha sede il ministero delle Finanze) disse: ‘Ah, ma cosa mi fai vedere qui'” e fece schioccare l’elastico delle sue mutande, involontariamente in vista.

L’episodio era già stato rivelato nel 2015 in una petizione pubblicata dal quotidiano Liberation e firma da decine di giornaliste per denunciare il sessismo dei politici francesi, intitolata “Giù le mani!”. Ma allora il nome del ministro non era stato rivelato. Secondo gli autori del libro, allora l’ufficio di Sapin aveva minimizzato l’incidente affermando che si era trattato “di uno scherzo da scolaretti e la giornalista ha esagerato”. Nel libro viene citato un collaboratore di Sapin che afferma “non capisce il chiasso ed è molto sorpreso della piega che ha preso la vicenda”.

Fonte: AFFARITALIANI
23 Aprile 2016