Truffa uno straniero richiedente asilo. Denunciato un 40enne pregiudicato.

La Squadra Mobile della Questura di Isernia, a seguito di indagini scaturite da una denuncia per truffa sporta giorni orsono da uno straniero alloggiato preso una struttura ricettiva di questa provincia, ha denunciato in stato di libertà Q.S., di anni 40, di origine campana. Lo straniero, infatti, in sede di denuncia, ha riferito agli agenti della Polizia di Stato di essere stato avvicinato per strada da una autovettura con targa straniera, il cui conducente gli aveva proposto l’acquisto di un computer portatile e di un I-phone per la somma complessiva di 300 euro.

Dopo una breve contrattazione, i due si sono accordati per la cifra di 150 euro che il malcapitato ha corrisposto subito al truffatore; successivamente, però, rientrato presso la struttura ove si trova ospitato, si è avveduto che all’interno della borsa per Pc c’erano soltanto pacchi di sale e alcune saponette. Le indagini avviate dalla Squadra Mobile, che si è avvalsa anche della collaborazione della Polizia Tedesca, hanno accertato che l’autovettura risultava intestata ad una attività di autonoleggio con sede in Germania che, dopo rapide verifiche telematiche, ha fornito agli inquirenti le generalità del noleggiante.

Ulteriori accertamenti hanno stabilito che il Q.S. aveva già messo a segno truffe con lo stesso modus operandi in quasi tutto il territorio nazionale ed i suoi tratti somatici corrispondevano perfettamente alla descrizione dalla vittima che, successivamente, lo riconosceva senza ombra di dubbio visionando le sue fotosegnaletiche.

 

Roma, 23 aprile 2016
fonte Polizia di Stato