Pensioni, cambia il giorno per il pagamento: ecco quando arriva l’assegno

Anche per le pensioni degli statali non ci sarà più una sola data per il primo versamento. Lo fa sapere l’Inps, spiegando che “a partire dalla mensilità di maggio 2016 il primo pagamento potrà essere effettuato, oltre che il giorno 1, anche il giorno 7 del mese, o il giorno bancabile immediatamente successivo”

Anche per le pensioni degli statali non ci sarà più una sola data per il primo versamento.

Lo fa sapere l’Inps, spiegando che “a partire dalla mensilità di maggio 2016 il primo pagamento potrà essere effettuato, oltre che il giorno 1, anche il giorno 7 del mese, o il giorno bancabile immediatamente successivo”. Insomma per i neopensionati si apre una seconda finestra, così da avvicinare le regole del pubblico a quelle del privato, permettendo inoltre, sottolineano dall’Istituto, di velocizzare l’arrivo dell’assegno nei casi in cui l’uscita decorra dalla seconda metà del mese. L’ Inps precisa che la data del 7 è possibile esclusivamente per la pensione numero uno, la prima.

“Le rate successive saranno corrisposte secondo le regole ordinarie: il primo giorno di ciascun mese o in quello successivo, se questo cade in giorno festivo o non bancabile”, chiarisce l’Istituto. Ora, ricorda l’ Inps in un messaggio alle sue strutture, “il pagamento delle rate di nuova liquidazione” può avvenire nei giorni “