Gabrielli nuovo capo della Polizia Intelligence a Pansa. Ai vertici della Finanza Toschi

È la nuova geografia dei posti di comando, quella uscita fuori dal Consiglio dei ministri di ieri. Un valzer di nomi per i vertici di sicurezza e intelligence. «Nessun amico», tiene a sottolineare il premier Renzi, piuttosto il frutto di mediazioni e naturali successioni tra nomi di rilievo istituzionale.

E infatti, come già ampiamente annunciato diventa capo della Polizia, l’attuale prefetto di Roma, Franco Gabrielli. Prende il posto di Alessandro Pansa che, dal dipartimento di Pubblica sicurezza del Viminale, passa a occupare la poltrona del Dis, l’organismo di coordinamento dei due servizi segreti (Aisi, interno, Aise, esterno). Così come accaduto già in precedenza per Ferdinando Masone e Gianni De Gennaro.

Il ruolo era stato rivestito finora dall’ambasciatore Giampiero Massolo, che andrà a sedere al vertice di Fincantieri. Il governo, ha detto Renzi, individuerà «nelle prossime settimane» il nuovo prefetto della Capitale, visto che l’attuale commissario straordinario in Campidoglio, Francesco Paolo Tronca, sembra aver rifiutato.

Ma anche se appare prematuro parlare del successore, in queste ore sono circolati i nomi dei prefetti Bruno Frattasi e Luciana Lamorgese, tra i possibili candidati al posto di Gabrielli. Il passaggio, comunque, non sarà immediato, perché Pansa lascerà solo dopo la festa della Polizia che si terrà, come sempre, a fine maggio.

L’INTELLIGENCE
E se un poliziotto è stato investito del ruolo di coordinatore dei servizi, al vertice dell’Aisi (il servizio segreto interno) è stato nominato il generale Mario Parente, ex capo dei Ros, con alle spalle una grande esperienza di terrorismo e criminalità. Un cambio tutto interno all’Arma, visto che prenderà il posto dell’attuale direttore, il generale Arturo Esposito, che andrà in pensione a breve. Nessun cambio di guardia, invece, per il comando dell’Aise, dove Alberto Manenti, rimane direttore.

Altro nodo sciolto è quello che riguarda i vertici della Guardia di finanza, dove, al posto del generale Saverio Capolupo (che andrà in pensione il 24 maggio e svolgerà la funzione di segretario di Stato) andrà il numero due Giorgio Toschi. Il generale, nato a Chieti, ha già retto il comando dei Reparti speciali delle Fiamme Gialle e ricoperto la carica di ispettore per gli Istituti di istruzione del Corpo. L’ammiraglio Valter Girardelli, invece, è il nuovo capo di Stato maggiore della Marina militare.